Autotrapianto capelli

La fine della calvizie!

FINALITÀ

Il trapianto di capelli serve per eliminare le chiazze di calvizie e per rinfoltire il cuoio capelluto. L’autotrapianto a singole unità follicolari, per la sua estrema precisione e l’assenza di cicatrici, è indicato sia per uomini che per donne.

TECNICA

Oggi il trapianto dei capelli è decisamente più accurato di un tempo e più naturale nei risultati. Il chirurgo provvede a estrarre singolarmente le unità follicolari e a impiantarle, con la minima manipolazione, nella nuova sede. Non sono previste né incisioni tradizionali, né punti di sutura, grazie al micro-drill impiegato, che non crea cicatrizzazioni evidenti. Sulla zona operata vengono applicati semplici cerotti chirurgici e un bendaggio.

MEDICAZIONI

Sono previste 2 medicazioni postoperatorie, di cui l’ultima si conclude con il primo shampoo e le indicazioni per la cura del cuoio capelluto nei giorni a seguire. Una volta che sono cadute le ultime crosticine, all’incirca dopo una decina di giorni, è possibile riprendere la normale vita sociale, avendo l’accortezza di portare un cappellino quando si esce. Perché i capelli riprendano la loro fisiologica ricrescita sono necessari almeno un paio di mesi. La situazione sarà stabile solo dopo 6 mesi, momento in cui viene valutato l’esito e pianificato eventualmente un secondo tempo o un ritocco del risultato.

RISULTATO

Il trapianto a singole unità follicolari offre numerosi vantaggi rispetto alle precedenti tecniche. Primo tra tutti l’assenza della lunga cicatrice sulla nuca e l’assenza di punti di sutura e cicatrici evidenti sia nella zona di espianto che in quella di impianto. Gli esiti del rinfoltimento sono duraturi, perché i capelli trapiantati non sono geneticamente soggetti a calvizie. Inoltre, il trapianto è assolutamente preciso e personalizzato, per un esito che non lasci indovinare l’intervento chirurgico, con la massima serenità del paziente.

COMMENTO

I lunghi tempi che prevede il trapianto di capelli da un lato può scoraggiare chi desidera da subito una chioma fluente. Eppure, molti pazienti riferiscono il grande vantaggio della cosa:gli altri non si accorgono dell’avvenuto intervento e la crescita graduale dei capelli abitua lo sguardo di chi si frequenta quotidianamente, senza quindi esporre il paziente a imbarazzanti spiegazioni.

DICE IL CHIRURGO ESTETICO

“Per l’ottima riuscita del trapianto di capelli, è necessario che il paziente abbia una buona disponibilità di follicoli attivi nella zona donatrice, la parte posteriore della testa, quindi le aspettative devono essere realistiche. Con questa tecnica inoltre è possibile rimediare agli esiti deturpanti di vecchi trapianti “a isole”, eliminare cicatrici sul cuoio capelluto e rinfoltire addirittura sopracciglia o barba”.